Per iniziativa della sede di Treviso dell'Ufficio Educazione alla Mondialità al via un progetto educativo con le scuole per educare alla sostenibilità

 

L’educazione allo sviluppo sostenibile diventa oggi un obiettivo strategico per il presente e per il futuro del nostro Paese. La sfida ambientale, legata alla conservazione delle risorse del nostro Pianeta, rappresenta una sfida non più eludibile per le future generazioni".

Recitano così le Linee Guida per una educazione ambientale per lo sviluppo sostenibile. Scritto già nel 2014, questo monito oggi è più vero che mai.

Per questo motivo, in risposta al bando indetto da Regione Veneto per l’ampliamento dell’offerta formativa, la sede di Treviso dell'Ufficio Educazione alla Mondialità - insieme ad un’ampia rete di partner tra cui rientrano: Provincia di Treviso, Rete Iside, Arpa Veneto, FISM Treviso, Scuole dell’Infanzia del Comune di Riese Pio X, Contarina s.p.a - per l'anno scolastico 2020/2021, propone il progetto “Abitare il Mondo: Cittadini Sostenibili”. L'iniziativa prende spunto dall'idea che la situazione ambientale del Pianeta ha un forte impatto anche a livello locale. La finalità di questo progetto è affrontare la questione ambientale da vari punti di vista per sensibilizzare le nuove generazioni ai temi della sostenibilità, educando al rispetto delle risorse naturali e di ogni forma di vita, valorizzando impegno e partecipazione di tutti, per promuovere uno stile di vita basato su buone pratiche di tutela e custodia dell’umanità che dovrà sempre più percepirsi come famiglia umana, con un destino e una casa comune.

Primo passo la formazione a distanza per le insegnanti delle scuole dell'infanzia aderenti al progetto e per tutte le scuole associate alla FISM Treviso. Nello specifico saranno dedicati due appuntamenti (mercoledì 18 e sabato 21 novembre), per un totale di 4 ore, in cui verrà ripreso il messaggio per la celebrazione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato nel quale Papa Francesco, attraverso le parole della Genesi, sottolinea come la custodia del creato e della vita umana siano aspetti intimamente connessi: urge custodire il dono immenso che Dio ha fatto a ogni essere vivente ma soprattutto all'uomo, urge proteggere la nostra casa comune.

"La sfida urgente di proteggere la nostra casa comune comprende la preoccupazione di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale" (Laudato Sì 13). A partire dall'enciclica e da altre riflessioni autorevoli il corso si declina in una doppia prospettiva: condivisione di riflessioni alla base dei percorsi educativi, approfondimento metodologico attraverso dinamiche interattive che potranno successivamente essere riprese in aula con i bambini.

A questa prima fase seguiranno poi laboratori in classe nelle varie scuole dal titolo "Tutti giù per Terra".

Info e Contatti:

Fondazione PIME Onlus – Ufficio Educazione Mondialità di Treviso

Responsabile del progetto: dott.ssa Francesca Marangon

389/7851440

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 - 20149 Milano

   Tel. 02 438221

 Fax. 02 43822901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more