12 agosto 2015......qualcosa si rompe.
Cari amici,
nel tessuto della vita a volte si creano degli strappi: alcuni si rammendano, altri no; se la sarta è brava il rammendo è "invisibile", altrimenti rimane il segno, come quello di una cicatrice...
Il 12 agosto segna una nuova data da ricordare per la Guinea Bissau. A volte le date sono da ricordare per qualcosa di positivo, altre volte per qualcosa di negativo. Il 12 agosto è la data in cui qualcosa si è rotto in Guinea Bissau: è la data nella quale il Presidente della Repubblica, José Mario Vaz, ha esonerato il Primo Ministro (Domingos Simões Pereira) e il suo governo.
Si rompe il rapporto tra queste due figure, si rompe la stabilità che sembrava essersi creata nel paese, si rompe il legame e la fiducia popolo-istituzioni, si interrompe il cammino sulla via del miglioramento che sembrava iniziato con la ristabilita democrazia e il lavoro del governo...
Ancora una volta la Guinea entra in una crisi politica! Senza voler spiegare tutti i dettagli di ciò che è previsto dalla Costituzione in questi casi, racconto solo i fatti. Il Presidente della Repubblica nomina un nuovo Primo Ministro, senza consultare i partiti. Questo viene ritenuto incostituzionale e si chiede il giudizio del Supremo Tribunale; il giorno precedente alla lettura del verdetto, il nuovo Primo Ministro forma il nuovo governo, con tanto di cerimonia di investitura da parte del Presidente. Oggi quel governo è chiamato il Governo 48, perché 48 ore dopo il Supremo Tribunale giudica invalida l'elezione del Primo Ministro: tutto da rifare!
Non so, sembra quasi un gioco o una telenovela...ma è la realtà di ciò che è successo! E se non bastasse è dovuto venire un mediatore esterno per assicurarsi che il processo andasse a buon fine! La domanda che mi faccio è: "come può una classe politica, una nazione, abbassarsi a tanto? A dover far intervenire un estraneo per mediare una crisi politica?".
In ogni caso, il processo è ricominciato.
Il Presidente ha chiesto al Partito che ha vinto le elezioni di presentare una nuova candidatura per il ruolo di Primo Ministro, è stato presentato e accettato il nome di Carlos Correia, 81 anni (nella foto), che ha già ricoperto il ruolo per ben 4 volte. Ora la Guinea ha un nuovo primo Ministro, ma non ancora un nuovo Governo.
Ieri, 24 settembre, 42° anniversario dell'Indipendenza, è stato il primo nella storia del Paese festeggiato senza un Governo!

Monica lettera 23 Correia 

Chissà cosa sta pensando il padre della Patria, Amilcar Cabral!
In tutto questo processo possiamo evidenziare come fatti positivi l'imparzialità del giudizio del Supremo Tribunale, la distanza e il non intervento delle Forze Armate in tutto il processo della crisi politica (forse per la prima volta in tanti anni!). La calma e la pazienza dimostrata dal popolo può essere considerata positiva da un lato, ma non ha forse diritto un popolo di un paese democratico di alzarsi in piedi e di far sentire la propria voce in una situazione come questa?

Progetti, progetti e ancora progetti
Sapete che il lavoro missionario può essere portato avanti grazie all'aiuto di finanziamenti che si ricevono in seguito alla presentazione di progetti. Ebbene, l'inizio di settembre è stato caratterizzato dalla scrittura e presentazione di nuovi progetti e dalla chiusura e rendicontazione di altri. Due progetti presentati per ottenere un finanziamento dall'Unione Europea: il primo Caritas e l'ONG italiana COPE, per il sostegno alle attività del gruppo della Medicina Naturale; il secondo Caritas e l'ONG italiana LVIA, per sostenere parzialmente le attività di Nhabijão nell'area dell'agricoltura. Non vi immaginate la quantità di moduli da compilare!
Ancora, come Consiglio Caritas della diocesi di Bafatá stiamo preparando un progetto da presentare alla CEI, per il sostegno per 3 anni delle attività del Centro di Nhabijão.
Infine, ho chiuso la rendicontazione del progetto "Vita in abbondanza", presentato come PIME Regione GB e finanziato dalla Fondazione Pimeonlus, attraverso i fondi del 5x1000. Anche qui significa relazioni da fare per raccontare come sono stati utilizzati i soldi, fatture e fotografie da raccogliere per dimostrare ciò che si racconta, bilanci di spesa da compilare.
Buone notizie: il nuovo progetto presentato alla Fondazione Pimeonlus (5x1000) è stato approvato e potremo cominciare le attività non appena arriveranno i soldi!
Anche il progetto presentato con il gruppo di ragazzi dell'Academia Ubuntu è stato approvato...ora non ci resta che realizzarlo!

31 agosto: Giornata Africana della Medicina Tradizionale
Ancora una volta questa data ha segnato un appuntamento importante per il gruppo della Medicina Naturale che ho l'onore di coordinare. Quest'anno per la prima volta l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ci ha invitato a lavorare insieme per la preparazione dell'evento. La collaborazione è bella, ma anche difficile! Sono stati giorni di lavoro intenso, ma anche di buoni risultati. Inoltre quest'anno abbiamo avuto come "ospite d'onore" proprio in quei giorni due grandi amici del gruppo della Medicina Naturale: la dott.ssa Sonja e suo marito Arnold! E' stata per noi una grande gioia poter condividere con loro questo momento. Sonja ci ha anche aiutato nelle riflessioni e decisioni che dovevamo prendere per la presentazione del progetto all'Unione Europea. Grazie di cuore!
Purtroppo, impegnata come ero in mille cose, non ho nemmeno una bella fotografia con Sonja! L'unica fotografia che ho è questa: la tavola pronta ad accogliere gli invitati alla cerimonia ufficiale della Giornata...
un abbraccio e un bacio a tutti e a ciascuno
Monica     (26 settembre 2015)

Monica lettera 23 medicina

 

Contattaci

   Via Mosé Bianchi 94 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more