Cari amici, un saluto a tutti,
questa volta vi regalo solo un racconto di un episodio vissuto e poi invece qualche riflessione.

Un pomeriggio, verso le 13.45, ora in cui stai per andare a fare il "riposino" per riprendere un po' delle energie consumate durante la mattinata, vengono a chiamarci per dirci che c'è una donna da portare a Bambadinca perché deve partorire. Addio sonnellino...mi preparo e vado a prenderla!
Facciamo volentieri il servizio di accompagnare le donne a partorire a Bambadinca, al centro di salute, perché è forte il tentativo di educare a non partorire in casa, per cercare di diminuire la mortalità di donne e bambini per problemi legati al parto, che in Guinea Bissau purtroppo è ancora molto elevata.
Arriviamo al centro di salute e sorpresa...non c'è nessuno! Né un medico, né un'ostetrica, né un infermiere! Cominciamo a chiamare tutti i numeri di telefono, dopo vari tentativi risponde una delle ostetriche, che però si trova in un'altra città...ancora qualche tentativo e risponde l'autista dell'ambulanza che poi arriva, si mette alla guida dell'ambulanza e va a prendere l'ostetrica che è andata a casa per la pausa pranzo!
Delusione? Rabbia? Tristezza? Come definire quello che si prova? Perché chiedere alle donne di non partorire in casa se poi al centro di salute non c'è nessuno a riceverle?
La donna ha partorito immediatamente dopo l'arrivo dell'ostetrica. Ringraziamo Dio che tutto è andato bene...questa volta!

Guinea Bissau: un viaggio lungo 3 anni!
"Per ogni cosa c'è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.
C'è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante."
Qoelet 3, 1-2

E c'è un tempo nella mia vita che è quello dell'esperienza missionaria in Guinea Bissau.
Un tempo per incontrare e per conoscere, per aprire il cuore...
Un tempo per entrare in punta di piedi in una terra diversa, in una cultura diversa, tra un popolo diverso...osservare e rendersi conto che le diversità sono tante, che di alcuni aspetti intuisci il senso e altri proprio non li comprendi...
Un tempo per rendersi conto che il tuo fisico può sopportare il caldo che sembra insopportabile, l'umidità 100% della stagione delle piogge, l'attacco continuo delle zanzare e resistere fino ad oggi alla malaria...
Un tempo per scoprire che hai ancora energia, che la "forza della natura" che eri secondo don Battista, non è tutta persa, che puoi guidare un Land Cruiser su strade che sembrano impossibili e che ti piace!
Un tempo per scoprire con stupore che la nostalgia degli affetti che ha marcato fortemente la tua partenza c'è e rimane sempre nel cuore, ma diventa più sopportabile via via che diventi emotivamente più forte, perché ti senti un po' più parte della nuova storia che stai vivendo, ti senti un po' più a casa e il tuo cuore ora batte anche per questa terra africana...
Un tempo per fare del tuo meglio, per giocare la tua parte nel portare avanti il progetto "Fiera delle Possibilità", cercando di conoscere e capire la sua storia, la sua finalità e di provare ad aprire strade sempre migliori per continuare, insieme a chi è nel progetto da sempre...
Un tempo per coordinare, lasciando spazio all'altro, alle sue idee e per rallentare il ritmo dei tuoi passi per stare al suo passo...
Un tempo per capire che vivere insieme è difficile, è un cammino quotidiano di accettazione dell'altro, diverso da te. E' un cammino nel quale si cade e si sbaglia continuamente, a volte sono i silenzi che disturbano e altre volte sono le parole...
Un tempo per rendersi conto che è stato un grande dono quello della fede ricevuta e vissuta in una terra cattolica, dentro una comunità parrocchiale viva, che è la stessa che ti accompagna ogni giorno con la preghiera, con l'affetto e anche materialmente e scoprire che ti manca!
Un tempo per conoscere la famiglia PIME Guinea Bissau, per incontrare padri e suore "antichi combattenti" e nuove leve, per tessere relazioni e vivere bei momenti di incontro e di confronto...
Un tempo per scoprire una Chiesa che fa i primi passi, per collaborare nel tuo piccolo alla costruzione di questa storia, per ammirare la fedeltà di piccole comunità cristiane e riconoscere quanto poca è la tua...
Un tempo per andare a cena a casa del Vescovo, come se fosse un amico di famiglia...
Un tempo per conoscere la ricchezza della natura dal punto di vista medico, per incontrare il gruppo della Medicina Naturale, per entrare a far parte anche di questa storia, per lavorare e stancarsi insieme per il bene dell'altro, per tessere relazioni...
Un tempo che mi è donato, per il quale dire GRAZIE!
Un tempo durante il quale riconosci la Sua presenza ogni giorno, senti che Lui ti è accanto, è con te.
E tu vorresti lodarlo, ma lo fai solo a parole...
vorresti dargli tutto, ma non hai nulla...
vorresti amarlo, ma ne sei assolutamente incapace...

un abbraccio e un bacio a tutti e a ciascuno
Monica

 

Contattaci

   Via Mosé Bianchi 94 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more