INDIA

Il nuovo anno nelle nostre scuole

di padre MARTIN BALA GOLAMARI

 

warangal

 

Cari genitori adottivi, pace e bene.
 
Come state? Siete tutti nella mia preghiera. Vorrei darvi notizie dei nostri bambini. Tutti stanno bene.
Il nuovo anno scolastico è iniziato il 12 giugno, dopo le vacanze estive. Tutti i nostri bambini hanno superato le prove scritte e sono stati promossi. Abbiamo consegnato i soldi ai genitori per pagare le tasse scolastiche ed il materiale didattico. Tutti sono contenti del vostro sostegno e vi ringraziano tantissimo. Alcuni studenti universitari hanno finito i loro studi e stanno cercando lavoro. Una studentessa si è laureata in medicina.

Nelle nostre scuole, dopo la decima classe, gli studenti frequentano gli istituti pre-universitari. Prima di lasciare la scuola molti studenti hanno raccolto dei soldi per aiutare studenti poveri o ammalati.
I nostri bambini hanno molti talenti. Alcuni sono bravi a cantare, altri sono bravi nella danza o nello sport.
All’inizio del nuovo anno scolastico è stato organizzato un seminario per gli insegnanti  per aiutarli a conoscere i nuovi metodi di insegnamento e per capire meglio la psicologia dei bambini. E’ stato organizzato anche un seminario rivolto ai bambini per insegnare loro come seguire e capire meglio le lezioni.

Per far capire ai bambini l’importanza per la vita umana delle piante e della natura, quest’anno è stato chiesto ai bambini di piantare alcuni alberi nei cortili delle scuole.

Nei nostri ostelli i bambini sono curati bene e ricevono una buona educazione e una sana formazione. All’inizio dell’ anno scolastico alcuni bambini sono un po’ tristi perché vorrebbero avere i genitori vicini.
Nella mia Diocesi di Warangal ci sono 4 case di accoglienza per i bambini con HIV AIDS dove sono ben curati e amati.
In occasione di compleanni o feste i nostri bambini festeggiano con loro e condividono la loro gioia. Anch’io faccio loro visita.      

Siamo molto lieti e orgogliosi perché una ragazza di 21 anni  che si chiama Sindhu del mio stato del Telangana ha vinto una medaglia d’ argento ai giochi olimpici a Rio. Lei studia economia e commercio in un istituto cattolico delle suore di santa Anna. Questo istituto da’ una formazione integrale alle ragazze.

Ogni 12 anni gli Indu’ osservano la festa di Pushkaralu, che significa appunto 12 anni. In questa  occasione i devoti fanno il bagno sacro nei fiumi Godavari e Krishna. Gli indù credono che con questo bagno sacro i loro peccati saranno perdonati e che Dio li benedirà.
L’8 settembre si celebra la festa della natività della Madonna. Si celebra anche la festa della Madonna della buona salute. I bambini e i giovani hanno tanta devozione e tanto affetto per Maria, la madre di Gesù. Molti vanno in pellegrinaggio ai centri Mariani.
 
La Diocesi di Warangal ha aperto alcune scuole nei villaggi più poveri e remoti per dare istruzione ai bambini poveri. Nei villaggi poveri non ci sono trasporti pubblici, pertanto le scuole mettono a  disposizione dei bambini alcuni autobus per portarli a scuola. In molte scuole l’insegnamento viene fatto in lingua inglese. In questo modo anche i bambini poveri possono studiare l’inglese che sarà utile per trovare un lavoro in futuro.
 
Siamo molto felici della canonizzazione della beata madre Teresa di Calcutta. Lei è una figura molto amata e rispettata. Io ho avuto la benedizione di incontrala personalmente  il 17 aprile 1997. E’ stata un’esperienza bellissima. Tutti gli indiani sono orgogliosi di lei. Per i bambini Lei è come una madre, una madre affettuosa per i poveri, per gli abbandonati, i lebbrosi e gli anziani soli.  Nelle scuole e negli ostelli della mia Diocesi celebreremo in modo speciale questa lieto evento.
I bambini si stanno preparando per gli esami scritti del primo semestre che si terranno nell’ultima settimana di settembre e poi le scuole saranno chiuse
per 10 giorni per una grande festa indù.

Prima di concludere  vi ringrazio infinitamente per il vostro  affetto e per il vostro sostegno. Prego il Signore che vi dia la giusta ricompensa.

Con affettuosi saluti,


padre  Martino.

Il SOSTEGNO A DISTANZA è una forma semplice di aiuto economico continuativo a una singola persona indicata dai missionari del Pime.

L'UFFICIO AIUTO MISSIONI del Centro missionario Pime di Milano la promuove dal 1969.

DOVE SIAMO

via Monte Rosa 81, 20149 Milano

ORARI

dal lunedì al venerdì: dalle 9 alle 12,30 e dalle 14 alle 17

CONTATTI

Telefono 02/43.822.322; 02/43.822.536
mail: adozioni@pimemilano.com

ATTIVA ORA UN'ADOZIONE A DISTANZA

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 - 20149 Milano

   Tel. 02 438221

 Fax. 02 43822901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more