MYANMAR

Ritorno a Kengtung

di padre LIVIO MAGGI

liviomaggi

Carissimi,

come già sapete padre Mario Meda ha chiesto di poter essere aiutato nel suo lavoro di sostegno alla sua vecchia e cara missione di Kengtung (Birmania, ora Myanmar), che perdura ormai da diversi decenni.

Ora i superiori mi hanno inviato, assieme ad altri confratelli, a riaprire una piccola presenza dei missionari del PIME in questa terra stupenda. Per questo motivo mi è stato chiesto anche di dare una mano al grande lavoro che padre Mario ha fatto con passione e competenza per tanti anni.

È naturale che tante cose non saranno esattamente come prima, per tante ragioni facilmente comprensibili da tutti. Io mi trovo qui per garantire che l’aiuto dato possa raggiungere esattamente lo scopo per cui è dato: per l’educazione e la formazione dei ragazzi, prima di tutto ma anche per l’aiuto alla Chiesa che sta crescendo, e la necessità di gente formata e pronta alle sfide della modernità che anche qui appaiono all’orizzonte.

Mi trovo qui con il bagaglio di diciassette anni di missione nella vicina Thailandia e altri anni vissuti con diverse esperienze. Non più quindi ad una età giovanissima… ma comunque ben desideroso di continuare l’opera dei nostri missionari, giunti in Myanmar ormai quasi centocinquanta anni fa (nel 1868). Certo non è possibile fare quello che hanno compiuto loro. Lo stesso governo, nonostante le aperture, non lo permetterebbe certamente.

Siamo ora in Myanmar con una presenza discreta che vuole essere un aiuto alla Chiesa locale e una presenza nel campo sociale con diversi progetti di aiuto alla gente, in particolare alle persone più in difficoltà, quali i disabili ed i ragazzi con problemi, ad esempio. Dunque siamo qui, contenti di dare una mano anche a voi ed alla Chiesa di Kengtung. Ma la mano più forte vi sarà data dal Ufficio Aiuto Missioni del Centro Pime di Milano, a cui vi chiedo di fare riferimento per qualsiasi cosa. Se avete di necessità, scrivetemi pure all’indirizzo di cui sotto, anche se non garantisco una risposta immediata…alla fine la risposta arriva. Davvero però il vostro riferimento sia il Centro di Milano.

Sono in stretto contatto con mrs. Doris, che voi certamente conoscete e che fa un prezioso lavoro di verifica e controllo. Con lei stiamo cercando di adattare questo lavoro alle nuove esigenze: puntualità, trasparenza, efficacia… affinché l’aiuto che voi date possa portare frutto nella vita delle persone, per il bene di tutta la società e della Chiesa.

A questo punto non mi resta che augurarvi un buon Natale di cuore e un nuovo anno di serenità e coraggio.

Chiedendo una preghiera per noi, assicuro la mia e la nostra per tutti voi.

Vostro

padre Livio Maggi

Il SOSTEGNO A DISTANZA è una forma semplice di aiuto economico continuativo a una singola persona indicata dai missionari del Pime.

L'UFFICIO AIUTO MISSIONI del Centro missionario Pime di Milano la promuove dal 1969.

DOVE SIAMO

via Monte Rosa 81, 20149 Milano

ORARI

dal lunedì al venerdì: dalle 9 alle 12,30 e dalle 14 alle 17

CONTATTI

Telefono 02/43.822.322; 02/43.822.536
mail: adozioni@pimemilano.com

ATTIVA ORA UN'ADOZIONE A DISTANZA

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more