Andranno in Camerun, a sostegno del progetto K615, le offerte raccolte per sostenere la famiglia dell'Alp destinata in missione in Cina e rientrata in Italia. La raccolta fondi per il loro progetto K617 era stata chiusa ai primi di dicembre. 

Una piccola consolazione per Edoardo, Silvia e Giona Piubello, la famiglia Alp (Associazione Laici Pime) destinata in missione in Cina e rietrata in Italia dopo poche settimane per problemi burocratici. Le donazioni che amici, conoscenti e sostenitori avevano raccolto per il loro progetto e inviato già alla Fondazione Pime Onlus, andranno a sostenere il progetto K615, per le attività di un'altra volontaria Alp, Francesca Bellotta, impegnata nell'Estremo Nord del Camerun.

Prima di decidere lo spostamento dei fondi, la Fondazione Pime Onlus ha chiesto il consenso ai donatori, che lo hanno accordato con generosità e sensibilità.

Non ci resta che augurare buon lavoro a Francesca, nonostante le difficoltà a cui quotidianamente deve andare incontro, in un territorio ancora sotto pressione per le minacce del gruppo fondamentalista islamico Boko Haram.

E stringere in un grande abbraccio Edoardo, Silvia e Giona. Buon lavoro anche a voi, ragazzi. Sappiamo che, pur rientrati in Italia, il vostro cuore è... in missione! A presto!

I PROGETTI sono interventi di sviluppo che la Fondazione Pime Onlus promuove in realtà legate ai missionari del Pime.

L'UFFICIO AIUTO MISSIONI del Centro missionario Pime di Milano ne ha promossi oltre 500 negli ultimi quindici anni

DOVE SIAMO

via Monte Rosa 81, 20149 Milano

 

ORARI:

dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12,30 e dalle 14 alle 17

 

CONTATTI

Telefono 02/43.822.315
mail: progetti@pimemilano.com

SOSTIENI ORA UN PROGETTO DI SVILUPPO

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more