Tuttaunaltrafesta,

  • «Dove va la Cina?»: il 20 maggio il cardinale Zen al Pime

    zen

    DOVE VA LA CINA
    Democrazia, diritti umani, libertà religiosa

    Incontro con il CARDINALE JOSEPH ZEN
    vescovo emerito di Hong Kong

    In dialogo con GIANNI CRIVELLER
    missionario del Pime, esperto di Cina

    MERCOLEDÌ 20 MAGGIO, ORE 21,00
    Centro Pime Milano via Mosè Bianchi, 94

    CLICCA QUI PER SCARICARE E DIFFONDERE L'INVITO

    CARD. JOSEPH ZEN. Vescovo emerito di Hong Kong, il cardinale Zen continua a essere in prima linea nella difesa della democrazia e dei diritti umani in Cina, nonché della libertà religiosa. Negli scorsi mesi è sceso in piazza per partecipare attivamente alle proteste della società civile di Hong Kong. Coscienza critica del Paese, è una delle voci più libere e autorevoli della Cina contemporanea e della sua Chiesa.

    GIANNI CRIVELLER. Missionario del Pime, dal 1991 vive e lavora nella "Greater China" (Taiwan, Hong Kong, Macao e Cina Popolare). È profondo conoscitore delle dinamiche politiche e religiose di questo Paese. In particolare, è specializzato nella storia della ricezione del cristianesimo e nelle complesse e travagliate vicende che riguardano la presenza cristiana oggi in Cina. È attivo nella difesa dei diritti umani e civili a Hong Kong.

    La conferenza del cardinale Zen si inserisce nelle iniziative di TuttaunaltrafestaFamily, la fiera del commercio equo e solidale, che si tiene al Pime di Milano, dal 22 al 24 maggio 2015e che avrà quest'anno la Cina come Paese ospite (per consultare il programma www.tuttaunaltrafesta.it)

    Nella serata verrà anche presentato il libro In catene per Cristo. Diari di martiri nella Cina (Editrice Missionaria Italiana, prefazione di p. Bernardo Cervellera, direttore di AsiaNews), curato da Gerolamo Fazzini, testo che presenta per la prima volta al grande pubblico 4 storie di cattolici imprigionati per diversi decenni durante il maoismo. Alla realizzazione di questo importante testo hanno collaborato diversi missionari del Pime: Gianni Criveller, Mario Marazzi, Angelo Lazzarotto.

    La serata si ricollega inoltre alla Giornata di preghiera per la Chiesa in Cina che per volontà di Benedetto XVI si celebra ogni anno il 24 maggio, nella festa della Madonna di Sheshan, il luogo più caro alla devozione dei cattolici cinesi.

  • «Pop Economix Live Show»: la crisi, la finanza e il cibo

    popeconomix

     

    POP ECONOMIX LIVE SHOW @ EXPO
    CRISI, FINANZA E CIBO COME NESSUNO LI RACCONTA

    Sulla fame non si specula & "Pop Economix Live Show @Expo"

    Venerdì 22 maggio ore 21, Auditorium Pime, Milano

    Come nasce la crisi economica globale? Come funzionano le bolle finanziarie? E la speculazione sul cibo? Basta tavole rotonde e conferenze su Expo! Questo è un invito a teatro!

    Venerdì 22 maggio a Milano - nell'ambito di Tuttaunaltrafesta Family, la fiera del commercio equo e solidale al Pime - va in scena "Pop Economix Live Show@Expo". Non serve nemmeno il biglietto per Expo, perché lo spettacolo va in scena all'Auditorium Pime, via Mosè Bianchi 94 a Milano, è gratuito e aperto a tutti. Pop Economix Live Show è un'esperienza di teatro popolare che da tre anni gira l'Italia con uno spettacolo sulla crisi economica scritto da Nadia Lambiase, Alberto Pagliarino e Paolo Piacenza, con la supervisione artistica di Alessandra Rossi Ghiglione.

    A Milano, in occasione di Expo, su iniziativa della campagna Sulla fame non si specula e Banca Etica, si presenta in una nuova versione raccontando come il cibo può diventare moneta nel grande casinò della finanza senza regole. Un modo diverso per vivere l'Expo, per capire e dunque essere liberi di scegliere e agire. Uno spettacolo popolare, adatto a tutti, giovani e adulti.

     

    L'ingresso è gratuito e libero. Prenota uno o più biglietti QUI

    Info: www.sullafamenonsispecula.org

  • «SGUARDI CINESI»

    UNA MOSTRA DI ARTISTI CINESI
    IN ONORE DEL PAESE OSPITE

  • 19-21 maggio: al Pime arriva Tuttaunaltrafesta

    Fiera 2017 homepime 

    Tuttaunaltrafesta torna anche quest’anno per dare spazio al mondo del commercio equo e solidale, da venerdì 19 a domenica 21 maggio nei giardini del PIME, in Via Mosé Bianchi 94 a Milano. La manifestazione, organizzata dai missionari del PIME, è a ingresso libero e propone, oltre agli stand del commercio equo, concerti, spettacoli, eventi, laboratori e animazioni per bambini e adulti. Guarda lo spot di presentazione su YouTube.

    Programma completo su TUTTAUNALTRAFESTA.ITe aggiornamenti anche suFacebook

     

     

    Seguici anche suFacebook!

  • Arché contro l'HIV

    43.jpg

    ARTIGIANATO CONTRO L'AIDS

  • Brasile Paese ospite

    A TUTTAUNALTRAFESTA BRASILE PROTAGONISTA

  • C'è anche Uroburo

     

    Kuobo-bracciale.jpg

    UROBURO: COOPERATIVA SOCIALE

  • Carrousel Le Marché

    fatto_di_carta_spille_ALICI_FELICI.JPG

    IL BELLO DELLE COSE FATTE A MANO

  • Catozzella al Pime: «Le migrazioni sono un'opportunità»

    DSC_0074.JPG

    Una storia raccontata in oltre 40 lingue, che ha emozionato migliaia di ragazzi occidentali e musulmani, quella di Samia, l’atleta olimpica somala protagonista del romanzo “Non dirmi che hai paura”, del quale ha parlato stamattina Giuseppe Catozzella al Pime davanti a oltre 400 ragazzi provenienti dalle scuole di Milano e dintorni.

    Catozzella, 40 anni, vincitore del Premio Strega giovani del 2014 e oggi ambasciatore Onu per le tematiche dei migranti, ha trovato uno spazio nella sua agenda che lo vede sempre in giro per il mondo, per incontrare i giovani studenti nel teatro di via Mosé Bianchi. L’iniziativa ha funzionato come taglio del nastro d’apertura per le manifestazioni di Tuttaunaltrafesta, la fiera del commercio equo e solidale che da oggi a domenica 22 maggio occuperà il cortile del Pime con circa ottanta stand, ma anche street food, conferenze e concerti.

    «La mia letteratura - ha incominciato Catozzella – parte sempre da storie reali. E anche la storia di Samia è nata così, da uno dei primi viaggi che facevo nel corno d’Africa. La sua vita di ragazzina povera con un grande talento per la corsa che non ha né un allenatore né una pista per correre ma che decide comunque di inseguire il proprio sogno mi ha subito impressionato».

    «Io credo che non c’è altro modo di raccontare bene una storia se non di amarla. – ha aggiunto lo scrittore – Per scrivere questo libro ho incontrato la famiglia della ragazza, in particolare la sorella Odan che oggi vive in Finlandia. Non è stato facile raccogliere la sua testimonianza, ci sono voluti sette mesi e l’aiuto di una mediatrice culturale: le resistenze dipendevano dal fatto che sono un uomo, non sono africano e che la storia che aveva da raccontarmi le avrebbe causato dolore».

    Lo scrittore milanese ha poi raccontato ai ragazzi la biografia della giovane sottolineando in particolare che dopo la partecipazione alle olimpiadi di Pechino dove l’allora atleta diciassettenne arriva ultima, attirando però l’attenzione dei media internazionali, torna in Somalia. «Samia non vuole andarsene dal suo Paese. Inizia a ricevere lettere dalle donne musulmane, per loro diventa un simbolo di emancipazione. Ed è anche per questo che decide di partire e di tentare la traversata verso l’Italia per poi approdare a Londra dove nel 2012 si disputano le Olimpiadi».

    Nonostante gli sforzi e 18 mesi di cammino necessari per attraversare tutta l’Africa e arrivare a Tripoli, però, Samia sarà una delle decine di migliaia di ragazze che non raggiungeranno mai l’altra sponda: «Il suo corpo che voleva essere atletico, oggi è da qualche parte sul fondo del nostro mare: il più grande cimitero del mondo».

    «La storia di Samia così come quella che racconto nel mio recente romanzo [Il grande futuropubblicato nel gennaio 2016, ndr] fanno parte dell’epica ma anche dell’ingiustizia del nostro tempo. Viene da chiedersi come è possibile che certe tragedie accadano, eppure ogni notte muoiono tanti ragazzi portatori di sogni».

    Un libro non cambia il mondo, ma di certo qualcosa smuove. Dopo la pubblicazione di Non dirmi che hai paura, per esempio, l’Onu ha deciso di organizzare il 18 d’agosto di ogni anno una corsa in onore di Samia sulla spiaggia di Mogadiscio dove lei sognava di correre. Ma non solo; in occasione della traduzione in arabo del volume, il libro di Catozzella è stato presentato anche ad Abu Dhabi dove ha ottenuto grande apprezzamento da parte della stampa straniera ma soprattutto dei giovani lettori musulmani: «Vedere delle ragazze col velo che acquistavano il mio libro e tornavano il giorno dopo solo per dirmi “L’ho letto stanotte e mi ha dato coraggio” mi fa contento. Come scrittore occidentale, dare voce a Samia vuol dire immergersi e diventare portavoce di un altro mondo».

    Un mondo che Catozzella come ambasciatore dell’Onu, conosce bene: «Oggi sta succedendo qualcosa di storico: decine di milioni di persone si stanno muovendo, il mondo sta cambiando proprio mentre siamo vivi noi. Questo fatto può far paura ad alcuni, ma secondo me ci troviamo in un momento storico meraviglioso che ci offre opportunità da cogliere».

    Ai ragazzi ha quindi lasciato un consiglio: «In questo momento storico, molto più di quanto è sempre stato, la capacità di coltivare la propria libertà (nel senso della capacità di criticare, mettere tutto in dubbio e pensare con la propria testa) non viene data senza sforzo. Non proviene né da Internet né la si trova a portata di mano, ma esiste: e i libri sono uno dei pochi luoghi dove è ancora possibile essere liberi perché lì è concesso approfondire e capire meglio la realtà ».

  • Catozzella apre la fiera

    DSC_0031.JPG

    LO SCRITTORE AL PIME CON 400 RAGAZZI

  • Catozzella in Fiera

    GIUSEPPE CATOZZELLA: «SAMIA È UNA DI NOI»

  • CHORUS CONTEST 2015

    IL CONCORSO PER CORI
    NEL SEGNO DELL'INTERCULTURA

  • Ciclofficina

    A TUTTAUNALTRAFESTA C'È OFFICINA BALENGA

  • Dacci una mano

    CERCHIAMO VOLONTARI
    PER TUTTAUNALTRAFESTA!

  • Dal 22 al 24 maggio la Fiera al Pime di Milano

    Fiera2015

     

    DAL 22 AL 24 MAGGIO AL PIME «TUTTAUNALTRAFESTA FAMILY»
    EQUO E SOLIDALE, LABORATORI E SPETTACOLI NELLA MILANO DI EXPO 2015

     

    Al Pime di Milano in via Mosé Bianchi 94 da venerdì 22 a domenica 24 maggio torna per una nuova edizione «Tuttaunaltrafesta Family», la fiera del commercio equo e solidale promossa ogni anno a maggio dai missionari del Pime. Tre giorni a ingresso libero tra stand del commercio equo e solidale, concerti, laboratori per bambini, spettacoli, presentazioni di libri nella Milano di Expo 2015.

     

    EDIZIONE RECORD CON 100 STAND

    Con nuove tende e una nuova disposizione aumentano quest’anno gli espositori nel giardino di via Mosé Bianchi: saranno complessivamente 100 gli stand, tutti legati al commercio equo, al biologico e all’economia solidale. Nuova formula anche per la ristorazione i cui proventi quest’anno andranno interamente a sostegno delle attività dei missionari del Pime.

     

    L’APERTURA CON LE SCUOLE E «POP ECONOMIX LIVE SHOW»

    Saranno le scuole al centro della prima giornata venerdì 22 maggio. Alle 10 i ragazzi delle superiori saranno protagonisti alla tavola rotonda: Acqua, cibo ed energia per un’economia solidale, con Rudi Dalvai,presidente della Wfto (l’Organizzazione mondiale del commercio equo), Alessandro Russo, presidente del Gruppo Cap, Giuseppe Bono, presidente di Infoenergia e padre Giorgio Licini, presidente della Fondazione Pime Onlus.
    Altro momento forte della giornata sarà «POP ECONOMIX LIVE SHOW», uno spettacolo teatrale di Alberto Pagliarino, Nadia Lambiase e Paolo Piacenza su «la crisi, la finanza e il cibo come nessuno li racconta». L’iniziativa - che vuole essere un momento di riflessione sui temi di Expo2015 ed è promossa in collaborazione con Banca Popolare Etica e la campagna Sulla fame non si specula - verrà proposta in due rappresentazioni: alle 11,15 per i ragazzi delle scuole superiori e alle 21 in una serata rivolta a tutti.

     

    LA CINA PAESE OSPITE DELL’EDIZIONE 2015

    Sarà la Cina il Paese ospite dell’edizione 2015 di Tuttaunaltrafesta Family. Uno stand curato dalle associazioni dei ragazzi di seconda generazione e da alcuni studenti cinesi che vivono a Milano aiuterà chi lo desidera ad incontrare la cultura di questo grande Paese. Sabato 23 alle ore 14 verrà poi proiettato il cortometraggio «Come me», prodotto dall’associazione Oltre Chinatown. Inoltre nel Museo Popoli e Culture - che ha sede presso il Pime - verrà allestita la mostra «Sguardi cinesi», un’esposizione di quadri di artisti cinesi curata da Xu Yulai in collaborazione con Yingchao Zhou vice-presidente della Association China Art & Design Overseas Promotion Centre (Milan).Da segnalare infine l’incontro con ilcardinale Joseph Zen, vescovo emerito di Hong Kong, che nella serata di mercoledì 20 maggio farà da preludio alla tre giorni di Tuttaunaltrafesta.

     

    I LABORATORI PER BAMBINI E RAGAZZI

    Inuna fieradel commercio equo formato famiglia grande spazio ai laboratori per bambini e ragazzi:dalle arti circensialla Falegnameria dell’allegria; e poi la cucina creativa, la creta da modellare, le attività con i ragazzi del Museo Popoli e culturee Billy Bolla con le sue bolle di sapone giganti.

     

    «MAGIC FOR CHILDREN» CON MARCO BERRY E GLI ALTRI SPETTACOLI

    Sarà «Magic for Children» - spettacolo di magiacon la partecipazione di Marco Berry, Raul Cremona ed altri artisti in favore di un ospedale pediatrico sostenuto dalla Fondazione Marco Berry Onlusin Somaliland - l’evento della serata di sabato 23 maggio alle 21 presso l’Auditorium Pime (ingresso 15 euro). Nello stesso pomeriggio - invece - alle 16 è rivolto ai ragazzi Kakawa: di tabacco si muore, di cioccolato no, un originalissimo spettacolo teatrale sul cioccolato a cura di Caterina Lusuardi e Mariacristina Verona. Domenica 24 alle 16 sempre nell’Auditorium Pime torna infine Chorus Contest, il concorso per cori e gruppi musicali di tutte le religioni e culture, promosso dall'associazione La Mangrovia.

    LE RICETTE DAL MONDO DI CLELIA D’ONOFRIO E L’AFRICA CHE SORPRENDE

    È giudice della popolare trasmissione televisiva Bake Off Italia, ma a Tuttaunaltrafesta Family viene come ambasciatrice dei sapori del mondo: Clelia D’Onofrio, giornalista esperta di cucina, sabato 23 maggio alle 16,30 presenta il suo libro«Il cucchiaio dei popoli»realizzato insieme a Chiara Zappa per l’editrice PIMEdit. Un viaggio tra ricette e cibi di tutto il mondo che verrà accompagnato da una simpatica merenda per tutti i bambini. Un altro aperitivo letterario - domenica 24 alle 12 - sarà dedicato al libro «Capo di buona speranza» (editrice Emi) in cui il giornalista camerunese Eyoum Ngangué ha raccolto un’interessantissima carrellata di storie di un’Africa positiva, che - fuori dagli stereotipi - sorprende per la sua inventiva e la capacità di costruire futuro. A Tuttaunaltrafesta non mancherà però anche la testimonianza dell’altra Africa, quella ferita, con la testimonianza di fratel Fabio Mussi, missionario del Pime nell’Estremo Nord del Camerun, tra i profughi che dalla Nigeria fuggono a causa delle violenze degli islamisti di Boko Haram.

    I CONCERTI CON LA SCUOLA DI MUSICA CLUSTER

    Tanti i concerti anche quest’anno a Tuttaunaltrafesta grazie alla collaborazione con la Scuola di Musica Cluster. Ogni sera a partire dalle 18 gli allievi si esibiranno nella tenda della cultura, lo spazio al centro della fiera. Domenica 24 inoltre la Scuola Cluster sarà una delle sedi di Piano City, la kermesse pianistica che coinvolge tutta Milano.

     

    DOVE E QUANDO

    CENTRO MISSIONARIO PIME
    Via Mosé Bianchi 94 – Milano
    MM 1 e 5: Amendola Fiera / Lotto - Filobus: 90 e 91

    Venerdì 22 maggio: dalle 19,00 alle 22

     Sabato 23 maggio: dalle 18,30 alle 22
    Domenica 24 maggio: dalle 9,30 alle 20

    INGRESSO LIBERO

    Per scaricare il programma completo:
    www.tuttaunaltrafesta.it
    www.facebook.com/TuttaunaltrafestaFamily
    Twitter: @FestaEquo

     

  • Emergenza Camerun: sabato 23 la testimonianza di Mussi

    EMERGENZA CAMERUN
    LA TESTIMONIANZA DI MUSSI

  • Expo 2015 e la Milano dei missionari

    L'EXPO 2015
    E LA MILANO DEI MISSIONARI

     

  • Facce da R4D

    In questi mesi in tanti - da personaggi dello spettacolo ad atleti di professione, dall'Italia al Myanmar - hanno sostenuto Run4dignity, mettendoci la faccia: eccovi una carrellata degli scatti più belli!

  • Fiera: abbigliamento solidale

    LABORATORIO PROCACCINI14: VESTITI CON L'ANIMA

  • Fiera: il programma

    IMG 28751

    IL PROGRAMMA DI TUTTAUNALTRAFESTA 2016

Contattaci

   Via Mosé Bianchi 94 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/46.95.193

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina