missione,

  • ADULTI E MISSIONE

    29/11/2015

    ADULTI E MISSIONE

  • Brambillasca: «La Cina, i martiri e la nostra missione oggi»

    BRAMBILLASCA: «LA CINA,
    I MARTIRI
    E LA MISSIONE»

  • L'augurio di Pasqua dai missionari del Pime

    Pasqua 1

     

    «Ecco, io faccio nuove tutte le cose» (Apocalisse 21,5)

    Nel mistero della Pasqua - dentro i Calvari del mondo di oggi - siamo chiamati a vedere la novità del Risorto.

    Che la celebrazione di questo mistero sia davvero, per ciascuno di noi e per il mondo, l'inizio di un tempo nuovo.

    Buona Pasqua dal Centro missionario Pime di Milano

     

    GLI AUGURI DI PASQUA NELLE LETTERE DALLA MISSIONE

    CAMERUN

    fr. Fabio Mussi - Voglia di... Pace

    Sr. Nicole Shombo - Non c'è  riposo per i coraggiosi

    GUINEA BISSAU

    p. Luigi Scantamburlo - A volte dobbiamo...

    p. Fabio Motta - Cercando il sole

    THAILANDIA 

    p. Adriano Pelosin - Buona Pasqua con Ari, Mueli e Visal

    BANGLADESH

    p. Quirico Martinelli - La nostra speranza per il futuro

    p. Arturo Speziale - Guardare a Gesù Crocifisso

    p. Gianantonio Baio - È Lui che trasforma il nostro cuore

    p. Michele Brambilla - Dove due o tre pregano nel mio nome, io sono in mezzo a loro

    CAMBOGIA

    p. Mario Ghezzi - La resurrezione di Lay

     

     

  • La festa per i 25 anni dell'Associazione Laici Pime

    volantino25anniAlptagliato

     

    “Ogni laico deve essere davanti al mondo un testimone della risurrezione e della vita del Signore Gesù e un segno del Dio vivo.” (Lumen gentium)

    A questa esortazione il PIME risponde dal 1990 con l’Associazione Laici PIME (ALP).
    Siamo laici che desiderano condividere parte della propria vita e del proprio cammino di fede con i missionari, nei Paesi in cui il PIME è presente. Ci impegniamo a testimoniare il Vangelo con la nostra vita e la nostra professione, inserendoci in progetti di promozione umana in campo sociale, educativo, tecnico, sanitario e agricolo, e collaborando nelle attività parrocchiali in ambito pastorale.
    Attualmente i volontari dell’ALP sono in Camerun, Guinea Bissau e Thailandia, con progetti in via di attuazione in Bangladesh, Cambogia e Papua Nuova Guinea.

    Nel 2015 questo camino compie 25 anni e vogliamo celebrare questa ricorrenza con una giornata di festa che si terrà DOMENICA 19 APRILE al Centro missionario Pime (via Mosé Bianchi 94, Milano). Leggi qui sotto il programma:

    volantino 25 anni 640x480

     

    Abbiamo allestito una mostra fotografica attraverso la quale potrete conoscere la nostra attività, la Santa Messa sarà un momento di ringraziamento e preghiera per nuove vocazioni, il pranzo un’occasione per incontrare vecchi e nuovi amici, infine il Musical “FAME – saranno cuochi famosi” aiuterà a sostenere uno dei nostri progetti in Guinea Bissau, la “Feira das possibilidades”.

    Potete confermare la vostra partecipazione ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Per ulteriori informazioni www.associazionelaicipime.it

  • LAICI E MISSIONE: LA SERATA AL PIME

    Cameroun 2013 5 179

     

    In questo mese di ottobre, il Pime ha inaugurato un anno speciale dedicato alla riflessione e alla promozione del valore e della grande attualità della vocazione dei missionari laici nell’Istituto. All’interno di questo percorso, si inerisce anche la serata speciale di mercoledì 25 ottobre al Centro missionario Pime di Milano (via Mosé Bianchi 94), ispirata alla figura di fratel Felice Tantardini - missionario laico in Myanmar di cui è in corso la causa di beatificazione - ma anche a tutto il vasto e variegato mondo del laicato missionario oggi.

    Questo il programma della serata:

    Ore 18,00 nella chiesa di San Francesco Saverio (ingresso da via Monte Rosa)
    Santa Messa in ricordo di fratel Felice Tantardini

    Ore 19,30 al Centro missionario Pime
    apericena in condivisione e presentazione dell'attività del Comitato Introbio in memoria di fratel Felice Tantardini

    Ore 21,00 nella Sala Girardi del Centro missionario Pime
    Testimonianze su laici e missione oggi Interverranno:

    FRATEL FABIO MUSSI, missionario laico del Pime in Camerun in una regione funestata dagli attentati terroristici di Boko Haram;

    ANTONELLA MARINONI della Comunità missionarie laiche (Cml) che ha operato in diversi Paesi del mondo ed è presente oggi in Cambogia;

    ALBERTO MALINVERNO dell’Associazione Laici Pime (Alp), ingegnere in partenza per il Bangladesh, dove ha già operato cinque anni presso la Novara Technical School.

    EUGENIO DI GIOVINEdell’Ufficio missionario dell’arcidiocesi di Milano, fidei donum per tre anni e mezzo con la famiglia in Venezuela,ora impegnati in un’esperienza di “missione a km-zero” a Bollate (MI)

    L’incontro conclude il ciclo dell’Ottobre missionario 2017 al Centro Pime di Milano.

     

  • Narrare la missione: incontro con Chiara Giaccardi

    giaccardi

    Ultimo appuntamento mercoledì 25 marzo con il ciclo degli incontri di Quaresima al Pime sul tema «Per una grande famiglia umana»

    Mercoledì 25 marzo 2015 – ore 21
    NARRARE LA MISSIONE NELLA CITTÀ GLOBALE
    CHIARA GIACCARDI, sociologa ed esperta di comunicazione

    Chiara Giaccardi è docente di Sociologia dei processi culturali presso l'Università Cattolica di Milano, dove coordina il dottorato in Culture della Comunicazione. Sposata, madre di cinque figli, è presidente dell'organizzazione di volontariato Eskenosen, che si occupa di accoglienza e accompagnamento all'integrazione di famiglie di stranieri. Insieme al marito Mauro Magatti è autrice del libro «Generativi di tutto il mondo unitevi. Manifesto per la società dei liberi» (Feltrinelli 2014)

    «Missione oggi è ritrovare nella città uno sguardo capace di vedere unità: uno sguardo che non scompone, non divide, ma abbraccia»
    Chiara Giaccardi

  • Scola al Pime: «Anch'io volevo partire missionario»

    ScolaRamazzotti

    «Tutti abbiamo nel cuore e siamo colpiti dalla vostra testimonianza. Io stesso, in quarta elementare, ascoltando un missionario nella mia parrocchia a Malgrate, volevo partire. Siete importanti per il bene della Chiesa ambrosiana e della Chiesa universale. Aprendovi a tante vocazioni provenienti da luoghi lontani, mantenete salda la vostra tradizione».

    Così il cardinale Angelo Scola ieri sera, ha indicato l'attualità del carisma del Pontificio Istituto Missioni Estere ai missionari, ai seminaristi e agli amici del Pime riuniti nella chiesa di San Francesco Saverio, la chiesa del Pime a Milano, per una celebrazione eucaristica a conclusione dell'anno che l'istituto ha dedicato al suo fondatore, mons. Angelo Ramazzotti. E proprio dall'esempio di Ramazzotti il cardinale Scola ha invitato a ripartire per riscoprire l'identità del Pime, così «aderente al cambiamento dei tempi nella realtà della Chiesa universale e nel legame forte alle Chiese locali in cui operate».

    «San Giovanni XXIII - ha ricordato Scola - comprese la santità dei carismi di Ramazzotti, che ora chiedono a voi di essere reincarnati e quindi trafficati, perché tutti i santi ci chiedono una sequela che non è intimistico slancio rispetto a figure che ci sorprendono, ma è - appunto - trafficare la loro eredità. Siamo convinti che questo anno di riflessione sulla sua figura darà come primo frutto il riconoscimento delle virtù, ma occorrerà accompagnarne il cammino fino ala canonizzazione. Da questo punto di vista, il servo di Dio continua con la sua testimonianza a parlare ai suoi - voi - ma anche a tanti nelle diverse parti del mondo».

    Commentando poi le letture del giorno - che nella liturgia ambrosiana proponevano il brano di Vangelo del buon samaritano - l'arcivescovo di Milano ha invitato a guardare la profezia della missione su un tema oggi così cruciale come quello dell'amore.

    «Il nostro tempo - ha spiegato Scola - non riesce a collegare l’amore al dovere come invece suggerisce Paolo. Si è perso il senso dell’amore autentico che è “per sempre” e il legame tra l’amore e l’agape. Una rottura per cui l’amore diviene ‘libertino’ e l’altro è strumento di piacere. Ecco che allora la testimonianza cristiana, che lascia essere l’altro in quanto altro, nella sua differenza e nelle sue diversità diviene compito. La vostra esperienza missionaria, con la sua lunga fila di martiri, che cosa è se non amare l’altro per l’altro, affrontando l’esistenza come martiri della pazienza e dono totale della vita? Comprendiamo bene così anche il concetto di prossimità, prendendol’iniziativa di essere noi stessi prossimo, come, non a caso, insegna la missio ad gentes, anticipata con largo anticipo da Ramazzotti».

    Al termine della celebrazione - nel chiostro della casa madre del Pime a Milano - il cardinale Scola ha benedetto un busto marmoreo del fondatore del Pime, che rimarrà come memoria di questo anno durante il quale l'istituto - come ha ricordato il superiore generale padre Ferruccio Brambillasca - ha compiutto «soprattutto una seria riflessione sul proprio carisma». A partire dalla vita e dalla morte di mons. Ramazzotti «che - ha detto ancora Brambillasca - speriamo di vedere riconosciuto, entro la fine dell’anno, come venerabile».

    Leggi la cronaca della visita del cardinale al Pime pubblicata sul sito della diocesi chiesadimilano.it

    Guarda qui sotto il video integrale dell'omelia del cardinale Scola

     

  • THAILANDIA Cerco fatti di misericordia

    THAILANDIA

    Cerco fatti di misericordia

    di padre RAFFAELE PAVESI

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more